La Soluzione Naturale ai tuoi problemi di Piorrea.

LEGGENDO IL METODO CHE SEGUE POTRAI DARE SOLUZIONE AD ALCUNI O MOLTI DEI TUOI PROBLEMI IN MODO NATURALE, SEMPLICE ED EFFICACE.
Questo manuale oltre a dare una soluzione è anche una guida per la prevenzione e la purificazione dell’organismo.

 

Lo so, se il metodo che ti propongo di seguito ti venisse presentato attraverso uno spot televisivo, radiofonico o l’inserzione pubblicitaria su una rivista o un giornale, o magari pubblicizzato da qualche personaggio famoso, forse, e dico forse, gli daresti più credibilità. Ma quello che ti posso dire, per esperienza personale, è che la Natura è un mondo da esplorare e stupisce su tutto ciò che offre.

Fidarsi della Natura significa fidarsi di se stessi, perché molte volte dimentichiamo che anche il nostro corpo ne è parte integrante.

Quello di cui ti parlerò nelle pagine che seguono l’unico ed importante testimonial sarà la Natura.

 

 

In questa mia presentazione ti voglio parlare di un procedimento naturale per dare soluzione al problema della piorrea e/o parodontite, gengivite e che puoi usare anche come collutorio. Non voglio annoiarti, e per questo ho cercato di essere il più breve possibile andando nei contenuti. Ma, attenzione, devi credere nella Natura e nelle straordinarie risorse che essa mette a disposizione. Nel mondo animale, l’ascolto della Natura esiste già. Difatti, se hai un animale domestico in giardino, nell’ orto o in campagna ti sarà capitato di osservare che questi, quando ha un qualche problema di digestione o si ferisce, si districa ingerendo un certo tipo di erba oppure si rotola sulla stessa. L’Uomo, in passato dava molta importanza alla Natura ed alle sue potenzialità. Oggi, nel mondo cosiddetto civilizzato, l’ascolto della Natura è andato scomparendo.

È grazie a chi ha avuto spirito di osservazione verso la Natura e le sue potenzialità, se oggi siamo a conoscenza di quanto la Natura ci può offrire per il nostro benessere. Ne cito uno per tutti:

Wincent Priessnitz, vissuto nella Slesia austriaca (1799 – 1851), divenne il padre dell’Idroterapia osservando un Cerbiatto zoppicante. È grazie a questo suo spirito di osservazione, fatto con senso di umiltà e consapevolezza, che è riuscito a guarire alcuni mali di molti malati dell’epoca. Successivamente Sebastian Kneipp ha elaborato e migliorato il metodo scoperto da Wincent Priessnitz; in Germania esistono due strutture che ne portano il nome, avrai forse sentito parlare dei bagni di Kneipp.  

Ma torniamo a parlare del procedimento naturale che ti sto proponendo e che riguarda i denti.

I denti sono posti nella cavità orale, sono trentadue nell’ adulto, divisi in due ordini simmetrici, superiore e inferiore, che a loro volta si suddividono in altrettante parti pure simmetriche e distribuiti nel modo che segue, procedendo dal centro verso i lati:

due incisivi, un canino, due premolari e tre molari. L’ ultimo dei molari, detto dente del giudizio, può anche non esserci.

Il dente è formato da uno spesso involucro di sostanza ossea, particolarmente dura, chiamata dentina, ed è coperta all’ esterno da uno strato sottile di smalto solidissimo e di colore bianco.

All’ interno della dentina esiste una cavità colma di tessuto connettivo, che provvede alla nutrizione del dente.

Si dice piorrea, termine oggi sostituito con parodontite, quella suppurazione delle gengive che provoca la distruzione degli alveoli e la conseguente caduta dei denti. Per lo più colpisce individui in età adulta e avanzata, ma alcune forme possono colpire anche nell’età infantile e adolescenziale.

Nella funzionalità organica, i denti hanno un compito di enorme importanza, essendo indispensabili per una buona masticazione e quindi digestione. Infatti la digestione dei cibi inizia con una buona masticazione.

 

Il procedimento che ti sto proponendo è naturale, molto semplice da preparare e può essere usato anche come collutorio. Durante l’uso, per chi fuma, potrebbe essere una buona occasione per smettere. Difatti, ogni volta che viene usata la parte indicata per il cavo orale, essa lascia un sapore che allontana il desiderio del fumo.

(Certo è che ai fumatori ostinati serve anche un pizzico di buona volontà)    

 

Se già fai uso di un collutorio che si trova in commercio, leggendo sull’ etichetta alla voce avvertenze, avrai notato quanto c’è scritto.

Di solito viene riportato che:

    il prodotto è per uso esterno

    non deve essere ingerito

   deve essere tenuto lontano dalla portata dei bambini

   evitare il contatto con gli occhi.

Tutto questo solo alla voce avvertenze; se poi dovessimo andare alla voce ingredienti ed approfondire la conoscenza di ogni singolo ingrediente!

Non voglio dirti altro ma lascio alla tua immaginazione trarre                                  le conclusioni.

Quanto ti sto proponendo è un procedimento, naturale al 100%, con cui puoi dare soluzione al problema della gengivite, piorrea e/o parodontite.

Bene, a questo punto ti starai sicuramente chiedendo: cosa devo fare per conoscere questo procedimento?

Prima di rispondere a questa tua domanda lascia che io ne faccia una a te che stai leggendo queste pagine con molto interesse.

Quanto pensi che possa costare una prima consulenza e alcune sedute dal dentista, per poi vederti ordinare dei prodotti che potrebbero essere farmaci o altro, e che magari non ti daranno nessun segnale di miglioramento?

Considerando i costi di mercato, penso che la spesa minima sia almeno di 250 euro.

Quanto ti sto offrendo è un libro che ti indica                         un semplicissimo procedimento naturale al 100% e senza effetti collaterali

Ø Non ci sono liquidi o creme costose che promettono miracoli!

Ø Non prevede l’assunzione di pillole o di farmaci!

Ø Non esistono effetti collaterali!

 

Come ti ho detto fin dall’inizio, non ti ho voluto annoiare approfondendo il problema della gengivite, piorrea e/o parodontite, o inserendo delle immagini, perché so benissimo che chi lo vive, il problema ahimè lo conosce già. Ma se uno volesse approfondirlo basterebbe andare sul principale motore di ricerca e cliccare la parola chiave.

 

Scusami se insisto, ma voglio che tu sappia che il metodo che ti sto proponendo fa riferimento alla Natura e alle sue infinite risorse. Ecco perché ti parlo di metodo semplice e naturale al 100%.

Se lo userai seguendo le indicazioni che ti propongo nella guida, che è di semplicissima consultazione, potrai trarre beneficio per dare soluzione anche ad altri problemi tipo: acidità di stomaco, acne, herpes, indigestione, cellulite, punture da insetti, stitichezza, carie dentaria, colite, intercolite, gastrite, emicrania ed altro.

Lo so, ti potrà meravigliare quanto ti sto dicendo, a ragione, ma in questo momento l’unica risposta che mi viene da darti è che: devi provare per credere. Personalmente, credo che un prodotto, in questo caso un metodo, non deve essere buono perché famoso ma famoso perché buono. Scusami il gioco di parole, ma sono certo che comprendi quanto dico.

 

L’unica cosa che dovrai fare, rendendo famoso il metodo per te stesso, è che devi seguire la semplicissima guida che ti sto proponendo.  

 

Nella guida, ti indirizzerò su come ottenere altri prodotti, sempre naturali al 100%, tipo: un prodotto naturale, semplicissimo da preparare ed usare come dentifricio, con cui puoi prevenire il tartaro e ottenere denti bianchi senza intaccarne lo smalto.

Il motivo per cui si forma la carie e come prevenirla.

Nei normali dentifrici che si trovano in commercio, leggendo sulla confezione alla voce avvertenze  (alcuni lo riportano di seguito agli ingredienti) noterai una scritta in piccolo, con cui si avverte, che: “ per i bambini fino a 6 anni bisogna utilizzare una piccola quantità di dentifricio sotto la supervisione di un adulto, per ridurre al minimo il possibile ingerimento. In caso di ingerimento di fluoruro da altre fonti consultare il dentista o il medico”.

Su alcune confezioni viene riportato su altre no: “in caso di manifestazioni allergiche sospenderne l’uso”.

Ecco, come per il collutorio, di cui ti ho parlato prima, lascio fare a te le considerazioni del caso, andando a guardare anche alla voce ingredienti ed informarti sui prodotti che vengono usati.

Ti do informazioni solo su uno dei componenti: il fluoro. E penso che basti.

Mentre da un lato vengono esaltate, per motivi commerciali, le sue doti in materia di salute dentale, esso è di fatto un pericoloso veleno. Uno scarto industriale contenente piccole quantità di piombo, mercurio, berillo e arsenico.

Il compianto dott. Dean burk, che per più di trent’ anni ha lavorato come chimico al National Cancer Institute (NCI) statunitense, ha dichiarato:                                                 << il fluoro provoca più morti umane per cancro, e più velocemente, di qualsiasi altra sostanza chimica >>. In seguito ad uno studio durato diciassette anni, il National Cancer Istitute ha scoperto che, aumentando la fluorizzazione, aumentavano i casi di cancro orale e di osteosarcoma, una rara forma di cancro osseo, nei giovani uomini. Un incremento dei casi di cancro orale e di osteosarcoma osservato nello scorso decennio sembra confermare la scoperta di una relazione statisticamente significativa tra la fluorizzazione dell’acqua e dei dentifrici, e la cancerogenicità del fluoruro di sodio in relazione a questi due tumori.

Nonostante le conclusioni dello studio del National Cancer Istitute, il partito pro-fluoro sta facendo del suo meglio per nascondere e negare gli effetti nocivi della sostanza chimica. Nel 2006 uno di questi tentativi provocò scalpore tra la comunità scientifica, quando si scoprì che il professor Chester Douglas, della Hanvard Dental School, aveva tenute segrete le scoperte della studentessa Elise B. Bassin per quattro anni. Nella sua tesi del 2001, Bassin discuteva il legame tra il fluoro e il cancro.

Molte marche di dentifricio, omogeneizzati per bambini e bevande commerciali usano acqua fluorizzata. Occorre fare molta attenzione per evitarli tutti.

Questa informazione è stata tratta dal libro “il metodo Gerson“ (III ristampa febbraio 2011)al capitolo 5. Casa Editrice: Macro Edizioni.

 

Tornando al fatto su cosa bisogna fare perché tu venga a conoscenza del procedimento di cui ti ho parlato finora, ti rispondo semplicemente che non dovrai spendere 250,00 euro e nemmeno la metà di questa cifra.

Io penso che questa mia conoscenza deve essere alla portata di tutti, e questo mi impedisce di chiederti una cifra di 250 euro, di 200 euro e nemmeno di 100 euro. Ma, di spendere molto meno di una cena al ristorante con quattro amici.  

Il libro ha un prezzo di € 35,00 meno lo sconto applicabile dal rivenditore.

 

Con l’acquisto del libro potrai avere assistenza personalizzata da parte dell’Autore.

 

Inoltre, si potrà avere in omaggio l’E-book Guida Eco su come mantenere l’ambiente domestico sano usando metodi semplici ed ecologici, con l’impiego di prodotti naturali di uso comune, con poca spesa ed eliminando i prodotti chimici.  

 

Si dice che “noi siamo ciò che mangiamo” è importante aggiungere “siamo anche ciò che respiriamo”

 

Questo manuale oltre a dare una soluzione è anche una guida per la prevenzione.

 

Ti invito a quanto segue:

se credi nella Natura e nelle sue infinite risorse puoi acquistare il libro, se non credi ma vuoi iniziare a scrutarla puoi acquistarlo. Se non ci credi affatto, non acquistarlo.

 

“Che l’alimento sia il tuo medicamento e l’alimentazione la tua medicina”.

 

Ringraziandoti per l’attenzione che hai voluto prestare a questa mia presentazione e della fiducia che mi hai voluto o mi vorrai concedere acquistando il libro, Ti porgo i miei più

 

Cordiali Saluti, Augurandoti tutto il Bene che desideri.

Pasquale D’Agostino

Quesiti

Compilando questo form potrai avere, per 30 giorni e via e-mail, assistenza gratuita da parte dell’Autore. Dopo averlo compilato ed inviato, come detto sulla locandina che hai trovato all’interno del libro, ti sarà inviato in omaggio    l’E-book Guida Eco che ti indicherà metodi semplici per mantenere il tuo ambiente domestico sano ed ecologico.

 

*I campi contrassegnati con l’asterisco sono obbligatori.


*Indirizzo e-mail



*Nome  



*Cognome  



*Scrivere il nome della libreria dove è stato acquistato il libro.  



*Inserire il numero di codice che si trova nella locandina del libro posta tra la copertina e la prima pagina.  



Telefono.  



Domande.  



*

Cliccando sul pulsante "Invia la richiesta" accetto di fornire i dati, sopra indicati, che verranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy D. Lgs. 196/03 e successive modifiche.